IN PRIMO PIANO

Thailandia del sud, una vacanza a Phuket tra spiaggie dorate e mare cristallino

E’ la prima volta che capiti su Viaggio Vero ? Iscriviti tramite il box azzurro che trovi sul lato destro del blog e scarica gli E-book, le Video-Recensioni, le Interviste… insomma TUTTE le risorse GRATIS che abbiamo creato finora. E se vuoi ricevere le migliori OFFERTE di VIAGGIO selezionate per te clicca qui e segui […]

, , , ,


Foto di Mauro Tuninetti

La Thailandia del Sud offre moltissime occasioni per programmare un soggiorno fatto quasi esclusivamente di sole, di mare e di relax.

Situata a circa 900 Km a sud di Bangkok , Phuket è l’isola più estesa della Thailandia, lunga circa 21 Km.

La puoi raggiungere in diversi modi: alla terraferma è collegata attraverso un’unica strada, il Ponte Sarasin, diversamente esistono voli interni da Krabi o collegamenti da Bangkok che in 1 ora circa arrivano comodamente qui.

E’ un’isola famosissima non solo per le sue incantevoli bellezze naturali, ma anche perché è stata location di diverse riprese cinematografiche, prima con il film di Roger Moore(James Bond) “Agente 007 – L’uomo dalla pistola d’oro” (1974) e poi, nell’ arcipelago delle Phi Phi, con “The beach” interpretato da Leonardo Di Caprio (2000).

Oggi ti porto a scoprire le sue spiagge sabbiose, le insenature più nascoste e tranquille, le sue coste bagnate da un mare trasparente e caldissimo, i suoi paesaggi che declinano tra piantagioni di gomma, noci di cocco e verdeggianti colline, senza dimenticare alcuni dei suoi luoghi più interessanti, per le centinaia di turisti che approdano qui ogni anno.

A circa 40 Km da Phuket  si trova il Parco Nazionale di Sirinat (ex Parco Nazionale di Nai Jang), situato presso l’aeroporto, è il punto di partenza del nostro itinerario.
E’ una bellissima riserva naturale, dove ogni anno tra novembre e aprile le tartarughe vengono a deporre le uova, devastata purtroppo ultimamente dallo tsunami del 2004.

Sede ideale di mangrovie e di moltissime specie di uccelli, qui puoi incontrare le suggestive barriere coralline e rilassarti nella bellissima spiaggia sabbiosa di Nai Jang, una lunga distesa dorata che si protende addirittura per 13 km!

Se ami stare a contatto con la natura e vuoi una vacanza originale e indimenticabile, puoi anche dormire all’interno del Parco che dispone di tende o bungalows.

Al Pukhet Camp Ground invece, puoi campeggiare sempre in tende sulla spiaggia e goderti il mare, con a disposizione ombrelloni, sedie a sdraio e la possibilità di usufruire dei servizi di un piccolo bar-ristorante.

Phuket inizia a mostrarsi così, tra lunghe e scintillanti coste sabbiose, lambite da un mare dalle sfumature incantevoli, dietro rocce scolpite dai venti e acque che disegnano incredibili grotte marine.

Sotto il sole caldissimo potrai notare queste distese lussureggianti che sono di una bellezza incredibile e rappresentano una delle ultime meraviglie terrestri.

La costa occidentale offre maggiori punti di soggiorno confortevoli, in quanto più turistici e attrezzati, quella orientale, ugualmente incantevole dal punto di vista paesaggistico è meno praticabile anche per i fondali bassi e rocciosi.

Patong è la nostra prossima tappa.

E’ il centro decisamente più animato e conosciuto di tutta l’isola.

Non mancano i divertimenti e soprattutto la possibilità di praticare vari sport acquatici.

La zona è altamente attrezzata e rivolta ad un turismo giovane, con hotel per ogni esigenza, locali e punti di ristoro, negozi e bancarelle di tutti i generi.

Anche la spiaggia (Patong Beach) riflette questa tendenza ed è tra le più famose dell’isola.

Proprio nella baia di Patong, potrai dire di trovarti in Paradiso e quando arriverai nella Paradise Beach, lo capirai (per ora inizia a sognare attraverso queste immagini).

Proseguendo il nostro piccolo viaggio incontriamo il villaggio di Karon.

Anche qui il turismo è l’attività principale.

La caratteristica ospitalità del popolo thailandese  si manifesta in ogni piccolo particolare.

Dai numerosi bazar, agli hotel e i resort dotati di qualunque genere di comodità, dai divertimenti per trascorrere in allegria una giornata sulla spiaggia, alla “movida” notturna che si protende fino all’alba, ogni elemento sembra confezionato apposta per coloro che si regalano qui una vacanza.

La spiaggia (Karon Beach) è una tra le più belle e selvagge di tutta l’isola: sabbia finissima che abbraccia un mare dalle sfumature cromatiche di un’impressionante suggestione.

C’è molta frequentazione, ma gli ombrelloni sono distesi lungo tutta la sua superficie (5 km) per cui ci si può rilassare totalmente, senza il timore di essere in qualche modo disturbati dagli altri visitatori.

Molto caratteristica, sempre in quest’area, è la spiaggia di Kata, che sorge vicino ad un punto panoramico incredibile da cui è possibile cogliere piccole insenature e paesaggi da cartolina.

A sud dell’isola, invece, il Laem Phrom Thep, prima di Rawai, è un’attrazione turistica unica e imperdibile.

Qui non puoi non assistere ad uno dei più suggestivi tramonti che la natura sa offrire in tutta la sua straordinaria e inimitabile bellezza.

Venire in Thailandia, a Phuket , in particolare e non trascorrere qualche ora qui, prima del calar della sera, è davvero un peccato!

La nostra avventura per spiagge e per mare, continua.

Se da Phuket  hai voglia di prendere un battello, in breve tempo, potrai raggiungere le conosciutissime isole Phi Phi (Phi Phi Islands).


Foto di Mauro Tuninetti

L’arcipelago si trova a ovest nel mare delle Andamane, sotto la provincia di Krabi.

Qui potrai ammirare la splendida baia di Ton Sai, da un lato e di Loh Dalum dall’altro.

L’isola di Ko Phi Phi Don è abitata da una comunità di pescatori e si è aperta ormai da alcuni decenni al turismo.

Chi viene a soggiornare qui, anche solo per un breve periodo, non può che innamorarsi del posto e non sono pochi quelli che decidono di trasferirsi per sempre.

Le spiagge sono ancora una volta di una bellezza che toglie il respiro, il porticciolo caratteristico e lo stile di vita rilassante e spensierato, rendono questa zona ancora più magica.

La Thailandia non è, però, solo l’isola di Phuket.

Le sue coste, il suo mare caraibico, i suoi colori affascinanti, le sue bellezze impareggiabili, si possono scoprire ed apprezzare anche in altre parti e non solo qui.

Krabi, Ko Samui e altre località, per esempio, meritano un viaggio per una vacanza che solo così potrà essere veramente straordinaria e completa.

Vuoi andare in Thailandia?

Ti servono suggerimenti per organizzare il tuo prossimo viaggio?

Non esitare a contattarmi…

Intanto, l’appuntamento è per la prossima nostra nuova tappa: alla scoperta dei popoli che abitano la Thailandia (specialmente la zona del Nord), attraverso tradizioni e cultura locali.

Ti aspetto!

Articolo di
ValMa

Questi altri articoli possono interessarti?

Traghetti per la Grecia, Prenotazioni Veloci e Affidabili
Oggi ti presento un sito su cui è possibile prenotare traghetti per la Grecia e per gli spostamenti fra le molte isole. L'agenzia si chiama Filippis Tours, il sito è completamente localizzato i...
Isola di Rodi: 7 motivi per conoscerla meglio - Informazioni generali e consigli pratici
Una delle isole greche più amate e frequentate dagli italiani. Sto parlando di Rodi! Eccoti i "7 perchè" dovresti visitarla. Rodi è scelta da chi è alla ricerca di una vacanza mondana, legge...
…e come preparo il beauty? Consigli pratici per ogni tipo di vacanza
L'articolo nasce dall'idea di condensare i punti che ho ritenuto più essenziali nel saper gestire la preparazione anche del beauty case per ogni tipologia di vacanza, oggetto che ormai è diventato ind...
Senigallia: dall'alba al chiaror di luna un sogno marchigiano
Senigallia in breve tempo ha ricostruito quello che in un attimo sembrava perso a causa di un'alluvione ed è tornata ad essere una località di mare dove passeggiare, divertirsi e trascorrere una vacan...