IN PRIMO PIANO

Cosa fare e cosa vedere a Strasburgo

E’ la prima volta che capiti su Viaggio Vero ? Iscriviti tramite il box azzurro che trovi sul lato destro del blog e scarica gli E-book, le Video-Recensioni, le Interviste… insomma TUTTE le risorse GRATIS che abbiamo creato finora. E se vuoi ricevere le migliori OFFERTE di VIAGGIO selezionate per te clicca qui e segui […]

, , , , ,


Foto di Joel Abroad

Strasburgo è una città dell’Alsazia, al confine tra Francia e Germania.

Vicino ad Offenburg e Freiburg in Breisgau, seguendo il percorso del fiume Reno, si trova questa splendida città francese ricca di storia e di tradizioni.

La vicinanza di questa città al confine tedesco ne ha fatto per secoli territorio di conquiste, durante i quali la città si trovò alternativamente in territorio francese e tedesco.

Strasburgo tornò francese solo dopo la seconda guerra mondiale.

Questa situazione che vide Strasburgo costante sede della linea del fronte tra Francia e Germania ha anche diviso le comunità e le famiglie della regione, che si sono spesso trovate su fronti opposti durante i conflitti.

Ma la sua posizione di confine ha fatto anche sì che si formasse un ambiente cosmopolita e pacifico, nel quale francesi e tedeschi, cattolici e protestanti, vivono in armonia e pregano nella stessa magnifica cattedrale.

I suoi abitanti (Strassburger o strasburgeois) vivono in una agglomerazione urbana transfrontaliera che comprende la città tedesca di Kehl.

Nata 2000 anni fa da un insediamente su un terreno paludoso attraversato dal fiume Ill, che ancora  scorre nel mezzo del centro cittadino, Strasburgo è ora la sesta città per numero di abitanti della Francia, ed il suo più importante porto fluviale.

Nel 1949 si è deciso di fare di questa città una delle capitali dell’Unione Europea, insediando qui il Parlamento Europeo, e dal 1988 il suo centro storico è stato, a ragione, inserito nell’elenco dei siti patrimonio dell’umanità dall’Unesco.

Strasburgo è, proprio per questi motivi, spesso meta di gite scolastiche o tour organizzati.

***

Il centro storico, con le sue casette a graticcio tipiche dell’architettura della Germania meridionale, il fiume che lo attraversa placido e l’altissima cattedrale gotica, è testimone della longevità della città e della sua memoria storica.

Strasburgo è una città che può essere visitata in tutte le stagioni: in estate, quando il sole rende vivi i colori delle case riflesse nel fiume Ill, ed in inverno, quando la neve ricopre i tetti delle abitazioni donando al centro un’atmosfera fiabesca.

Un modo suggestivo per visitare la città è quello di prendere un battello e seguire il corso del fiume, ammirando la Petite France, il vecchio quartiere dei conciatori ricco di mulini, ed i numerosi ponti coperti della città.

Il monumento più conosciuto della città è la grandissima cattedrale gotica di Notre-Dame, la cui costruzione, iniziata nell’XI secolo, durò ben 400 anni, per formare un intreccio di pietre che creano una struttura slanciata verso l’alto ma ricca di rosoni, cornici, nicchie e finestre decorate.

La guglia della chiesa è alta 142 metri: in origine era prevista anche una guglia gemella sul lato opposto ma, come spesso avvenne in questi casi, non fu mai realizzata.

La cattedrale ha delle bellissime vetrate colorate che illuminano l’interno della navata colorando la luce del sole che entra dai grandi e complessi rosoni.

Nella chiesa è presente anche un organo dorato del XVI secolo ed un orologio astronomico del 1842, realizzato però secondo un antico progetto rinascimentale.

Dal belvedere si gode un bellissimo panorama sulla città: la guglia infatti è così alta che è difficile riuscire a fotografare la cattedrale nella sua interezza dalla piazza circostante con una semplice macchina fotografica automatica.

Il confronto con le piccole case medioevali della piazza crea l’ìmpressione che questa cattedrale sia ancora più grande e maestosa, tanto che lìocchio umano difficilmente può comprenderla interamente.

Nella stessa piazza della cattedrale si può ammirare la ricca facciata quattrocentesca della Maison Kammerzell, la casa di un ricchissimo mercante, oggi adibita a ristorante.

***

Maestoso è anche il Palais de Rohan, un palazzo classico disegnato da Robert de Cotte, l’archittetto del re, nel 1730 e destinato ai vescovi-principi della città (sul modello politico delle città tedesche, come Würzburg nella Bassa Franconia).

Ora contiene ben tre musei:

- il Museo delle Belle Arti,
- il Museo Archeologico,
- il Museo delle Arti Decorative.

Per non dimenticare che Strasburgo non è solo case a graticcio e canali, ma anche una città grande, moderna e cosmopolita, consiglio di andare a fare una visita al Parlamento Europeo, il luogo dove è stata fatta la storia degli ultimi 60 anni, e dove vengono tuttora decise tante leggi che condizionano le nostre vite quotidiane.

E’ possibile effettuare visite all’interno del parlamento, sia informative, sia durante una seduta plenaria del Parlamento Europeo.

Puoi trovare maggiori informazioni su questo sito:

=> Europarlamento

***

Non dimenticare di visitare gli splendidi dintorni della città, nel territorio alsaziano, con la piccola ma famosa cittadina di Colmar ed il piccolo paesino di Riquewihr, la cui storia è legata indissolubilmente al delizioso vino che vi viene prodotto.

Ci vediamo su:

=> Viva la Germania

A presto, un abbraccio.

Articolo di
Elena Baldi

Questi altri articoli possono interessarti?

6 Ristoranti economici a Parigi nella zona di Abbesses (Montmartre)
Stazione della metro Abbesses - Foto di stevecadman Se ami Parigi non puoi non amare la zona intorno alla stazione della metro di Abbesses. E' una delle più famose della città e da lì puoi rag...
Teufelsberg, la montagna (o collina) del Diavolo a Berlino
Di certo non la prima attrazione che viene in mente a chi visita Berlino per la prima volta, ma un luogo della memoria che ti consiglio di segnare per il tuo prossimo viaggio da quelle parti. E’ da po...
Palmanova, citta’ fortezza
Foto aeree della città campeggiano ovunque, ed è straordinaria perché perfettamente simmetrica, un capolavoro dell'architettura militare veneziana. Il centro storico si raggiunge entrando in città att...
Briancon e Serre Chevalier: Vacanze primaverili ed estive
Briancon e il comprensorio di Serre Chevalier si presentano con un ventaglio di proposte variegate, ideali per una vacanza da soli o con tutta la famiglia. E’ indubbio che per la sua morfologia, il te...