IN PRIMO PIANO

A scuola di potatura, tra le vigne del Friuli

Negli ultimi anni molte vigne hanno sofferto di un deperimento costante e di un conseguente calo della produttività, i fattori sono stati molteplici… Nel novembre del 2013, in Friuli, si terranno dei corsi di Ginnastica per potatori. Parallelamente si svolgeranno in diverse località d’Italia le lezioni teoriche e pratiche su un nuovo metodo di potatura.

, , , , ,
Scuola di Potatura

Scuola di Potatura – Immagine concessa dal sito ufficiale

 

Potare le vigne rievoca immagini di un mondo contadino lontano, dove la tecnica non significava l’utilizzo di sostanze di sintesi chimica o l’impiego di strumentazioni complesse.

Era arte e rispetto, nel seguire i ritmi della Natura e riconoscere nelle piante una saggezza che andava ascoltata e non forzata secondo dei criteri del tutto umani.

Negli ultimi anni molte vigne hanno sofferto di un deperimento costante e di un conseguente calo della produttività, i fattori sono stati molteplici: dall’impianto di vitigni alla moda in territori non vocati, all’utilizzo di sostanze chimiche aggressive e a una potatura poco rispettosa della natura della pianta.

Come spesso accade, l’essere umano è sia il problema che la sua soluzione, così due friulani, Marco Simonit e Pierpaolo Sirch, per anni hanno studiato le tecniche di taglio nei vigneti più longevi di tutta Europa e hanno saputo trasferirle nella moderna viticoltura, applicandole nei sistemi di agricoltura più intensivi.

È nata così una nuova figura professionale, quella del preparatore d’uva, che non è soltanto un potatore ma è un vero e proprio wine coach in grado di fornire la propria competenza ai dipendenti delle aziende vinicole, sia gli addetti alle vigne che i dirigenti, creando un lavoro di squadra basato su visioni e obiettivi condivisi.

Preparatori d'uva all'opera

Preparatori d’uva all’opera – Immagine concessa dal sito ufficiale

 

I preparatori d’uva sono impiegati attualmente da una cinquantina di aziende, in Italia ma anche nella celebre zona del Bordeaux in Francia.

Nel novembre del 2013, in Friuli, si terranno dei corsi di Ginnastica per potatori.

In collaborazione con un fisioterapista e un’esperta di risorse umane – figure professionali che rivelano il taglio trasversale di questa filosofia – in tre giorni saranno fornite le indicazioni per svolgere una corretta ginnastica prima, durante e dopo la potatura, perché la cura della vigna passa anche per la cura del vignaiolo.

Parallelamente si svolgeranno in diverse località d’Italia le lezioni teoriche e pratiche su un metodo di potatura che ha affascinato anche l’Università di Bordeaux.

Date e programmi dettagliati si trovano sul sito www.simonitesirch.it, dove si possono anche fare le iscrizioni online.

Articolo di
Luca Vivan

Questi altri articoli possono interessarti?

Idea weekend tra il Moscato di Mango e i luoghi di Beppe Fenoglio
Al di là delle svendute e facili assonanze, la frase "dolci colline" qui ci sta tutta, siamo nel cuore della produzione del vino Moscato. Ma non solo… siamo nei luoghi di Beppe Fenoglio e de...
Cosa vedere a Stoccarda, citta’ che riserva molte sorprese
Vieni con me, passeggiamo in maniera virtuale per la città e grazie a immagini e parole spero di farti capire i motivi che mi spingono a voler tornare. Stoccarda è verde… tanto! Anzi, è considerata un...
Aquileia, il ricordo dei fasti dell'Impero Romano
Aquileia fu una base strategica di difesa militare dei confini orientali dell'Impero e di conquista dell'Europa centro-orientale e dei ricchissimi giacimenti minerali di ferro della Carinzia. Grazie a...
La Valcellina in dub, un racconto del Friuli in musica, parole e immagini
La vecchia statale 251 della Val Cellina, che univa la pianura e la montagna, è un anfratto dell'animo, almeno per noi abitanti della provincia di Pordenone, una traiettoria che associo a vecchi magli...