IN PRIMO PIANO

Come gestire i soldi in viaggio per aumentare la sicurezza

Una breve guida per neofiti – per chi è alle prime armi – ma anche per chi vuole cambiare modo di gestire il denaro e sentirsi più tranquillo. Dove e quanto ma anche consigli di sicurezza e organizzativi.

, , , , , , ,
Soldi in viaggio

Soldi in viaggio – Foto di Silvia Balcarini

 

Come comportarsi con i soldi in viaggio?

E’ un argomento più importante di quello che si creda, sia per motivi di sicurezza che per motivi organizzativi.

Una breve guida per neofiti – per chi è alle prime armi – ma anche per chi vuole cambiare modo di gestire il denaro e sentirsi più tranquillo.

***

Dove e quanto

Una regola fondamentale: parti con meno denaro possibile.
Sia euro che eventuale valuta locale del paese in cui andrai.
Unica eccezione… i dollari americani.
Per alcuni paesi sono indispensabili – e non sto parlando degli Stati Uniti, in quel caso li puoi ritirare là.
Purtroppo le spese bancarie non sono basse, spero che tu abbia un amico/a che lavora in banca 🙂

Appena arrivato dovrai ritirare soldi, ma in aeroporto ritira meno che puoi, i bancomat negli scali hanno spesso i tassi di cambio più sfavorevoli.

Ritira una cifra adeguata, non esagerare.
Meglio fare un prelievo in più rispetto a dover cambiare della valuta locale prima di rientrare.
Il costo del prelievo sarà sempre minore della perdita che subirai nel cambio.

Se hai problemi di prelievo con i bancomat entra in una banca e con la carta di credito e documento potrai avere del denaro direttamente dall’impiegato.

L’ideale sarebbe avere un minimo di denaro – rimasto da viaggi precedenti, tuoi o di amici – e utilizzare quello per arrivare nella località, per poi ritirare i soldi da un ATM.

Anche in quel caso devi stare attento/a: non tutti i bancomat applicano lo stesso cambio. Non ti voglio far perdere tempo, ma provane almeno un paio e valuta quello più conveniente.

Evita i cambi – gli Exchange – nel 90% dei casi.
Solo in poche località conviene cambiare dollari americani o euro in valuta locale.
Puoi fare una ricerca in rete per verificare.

***

Consigli di sicurezza e organizzativi

E’ sempre meglio avere più di una carta di credito, possibilmente di due circuiti diversi.
L’ideale sarebbe: un bancomat, una carta Visa e una Mastercard.
In questo modo si è certi di poter pagare o ritirare ovunque nel mondo.
Informati su quanto ti costa prelevare con la carta di credito da uno sportello bancomat, se le spese non sono altissime, in molti paesi è più semplice da utilizzare rispetto al bancomat classico.

Vista la diffusione degli smartphone ti consiglio di installare un’applicazione di cambio valute.
In questo modo saprai sempre quanto vale la moneta di cui hai bisogno.
Comoda da utilizzare mentre stai prelevando allo sportello per controllare a quanto ammontano le spese di prelievo.

Quando avrai il denaro in tasca NON tenerlo tutto nello stesso posto, nel malaugurato caso di una rapina i malviventi non hanno molto tempo per agire e se allunghi loro del denaro la maggior parte delle volte se ne vanno.
Meglio tenere una piccola parte della somma nel portafogli, una parte in qualche tasca e i restanti (“il grosso”), se possibile, in qualche indumento intimo con una tasca interna aggiunta per lo scopo.

Un saluto,
Cristiano

Questi altri articoli possono interessarti?

California e dintorni - 3200 km in 14 giorni: Noleggio Auto e consigli sulla guida
Prima di partire per il "nostro" viaggio californiano alcuni coni consigli e tante informazioni per il noleggio di un'auto negli Stati Uniti e su come guidare sulle enormi strade americane.
Oktoberfest a Monaco, istruzioni per l'uso
Una festa così gettonata richiede delle istruzioni per l'uso; sono stato all'Oktoberfest due volte e tornerò pure quest'anno per una toccata e fuga, per cui eccomi qui a darti qualche consiglio…
Perche’ viaggi all'estero e non qui in Italia?
Lo stivale contiene il maggior numero di siti culturali e naturali al mondo dichiarati patrimonio dell’umanità dall’Unesco, il suo il vulcano è il più alto d’Europa e tiene compagnia ai suoi fratelli....
Viaggi e fotografia di oggi: ritocchi e pose
Una volta non c’era una cernita: la foto buia, quella mossa non venivano buttate ma nemmeno scartate. Il risultato della pellicola sviluppata veniva operosamente incollato sui grandi album pesanti. Al...