IN PRIMO PIANO

Nightswapping: la vacanza condivisa

Con la preziosa collaborazione di Clara Costa, ufficio stampa di NightSwapping, ecco le novità che sono riuscita a raccogliere in questa recente intervista. Il fenomeno NightSwapping ha subito una interessante evoluzione, dettando le regole per un nuovo modo di fare vacanza…

, , , , ,
Homepage di Nightswapping

Homepage di Nightswapping

È interessante scoprire come a distanza di tempo il NightSwapping è cresciuto in maniera esponenziale e si è diffuso capillarmente in buona parte d’Europa, d’Italia, negli Stati Uniti e resto del mondo.

Così con la preziosa collaborazione di Clara Costa, ufficio stampa di NightSwapping, ecco le novità che sono riuscita a raccogliere in questa recente intervista.

Il fenomeno NightSwapping ha subito una interessante evoluzione, dettando le regole per un nuovo modo di fare vacanza. Ne vogliamo parlare?

NightSwapping è una start-up francese che viene lanciata a Lione alla fine del 2012. Serge Duriavig, il 39enne ex associato Smart Box, dopo aver provato più volte la piattaforma online HomeAway (che permette di scambiare casa CONTEMPORANEAMENTE con altri utenti), ha l’idea di creare NightSwapping, la piattaforma online dello scambio di notti. Il principio è molto semplice: non vi è scambio di denaro tra gli utenti. La moneta utilizzata è la notte. Ogni qualvolta si ospita qualcuno nella propria camera degli ospiti o abitazione intera si guadagna una o più notti da poter utilizzare dove e quando si vuole all’interno della comunità. Eliminando lo scambio di denaro tra gli utenti, si lascia spazio a sentimenti quali condivisione, autenticità e convivialità. Gli utenti si accolgono tra di loro e l’atmosfera è molto rilassata.

Serge Duriavig

Serge Duriavig – Foto concessa da NightSwapping

Come è possibile accedere alla piattaforma e “acquistare/scambiare notti gratis”?

Accedere alla piattaforma è molto semplice: non basta altro che iscriversi completando il proprio profilo di descrizione, foto, hobby, famiglia… e eventualmente aggiungendo il proprio alloggio sulla piattaforma. La piattaforma (quasi) gratuita richiede 9,90 euro di spese di prenotazione (giustificate da un servizio clienti che segue minuziosamente gli utenti dalla loro iscrizione all’effettivo NightSwap).
Questa cifra è fissa e non dipende dal numero di notti né di persone.

Per chi non avesse la possibilità (o l’interesse) di ospitare altri utenti in modo da guadagnare notti, NightSwapping offre la possibilità di acquistare le notti direttamente sul sito. Le notti vanno da 7 euro a 49 euro (cifra fissa a notte, indipendentemente dal numero di posti letto disponibili) a seconda di una valutazione che da 1 a 7 misura la qualità degli alloggiamenti (valutazione in base a posizione, interesse turistico, superficie, design, qualità…). Secondo questa logica: una notte a valutazione 7, vale 7 notti a valutazione 1. Ti invito per questo a visitare il nostro sito per scoprire i dettagli delle diverse possibilità di prenotazione.

Quali sono i dati più significativi legati all’interesse riscontrato dal pubblico?

La comunità, grazie anche a un finanziamento di 2 milioni di euro ricevuto lo scorso Settembre, conta oggi 70.000 utenti e 11.000 possibilità di alloggio (con un incremento del 20% mensile). Gli alloggi sono distribuiti per la maggior parte (85%) in Europa (10% negli Stati Uniti e 5% nel resto del mondo). I paesi più ricettivi sono ovviamente la Francia, dove la start-up è nata e da dove provengono altre start-up del collaborativo (nomi noti come BlablaCar), in seguito troviamo Il Bel Paese, sì, il 15% degli utenti europei è italiano così come lo è il 19% degli alloggiamenti presenti sulla piattaforma. Oltre alle classiche Torino, Milano, Bologna, Venezia, Firenze e Roma troviamo anche piccoli centri sparsi in tutta Italia.
Dopo la Francia e l’Italia si trovano la Spagna e il Belgio. Le località più richieste rimangono sempre le grandi capitali europee (Parigi, Londra, Amsterdam, Praga…) anche se NightSwapping cerca di stimolare da una parte i propri utenti affinché si avventurino in città e paesi che non conoscono e dall’altra al turismo di prossimità all’interno dello stesso paese. Sulla piattaforma si trovano già delle proposte particolari: barche a Amsterdam, un castello nei pressi di Lione, una torre in Sicilia e persino una casa sull’albero!

Ho saputo che c’è in programma in lancio di una nuova app: vogliamo spiegare di che cosa si tratta?

Mi dispiace ma, per ora, non posso addentrarmi molto nel tema dell’applicazione in quanto sarà una bella sorpresa per tutti gli utenti, una vera rivoluzione nell’ambito della prenotazione online. Una volta che l’applicazione sarà lanciata (entro Settembre) ti racconterò tutti i dettagli!
Quali sono i prossimi impegni per estendere ancora di più la partecipazione a livello internazionale? Gli obiettivi di NightSwapping sono molto ambiziosi: la piattaforma vuole piazzarsi tra i grandi nomi del settore (Airbnb, HomeAway e CouchSurfing) e raggiungere la stabilità finanziaria e il milione di utenti da qui al 2018.
Serge Duriavig aspetta un secondo finanziamento di oltre 5 milioni di euro il prossimo Settembre. E si aspetta di ampliare il mercato in USA e consolidarlo maggiormente in Europa aprendo nuovi uffici magari nelle grandi capitali Europee.
L’uscita dell’applicazione sarà una grande svolta per la start-up che cerca di raggiungere i 5 continenti.

E per chi volesse avvicinarsi a questa nuova dimensione, come può fare a contattarvi?

Allora per il momento esistono due uffici NightSwapping (uno a Lione e uno a Parigi) dove si contano una ventina di collaboratori in totale. La piattaforma ha ancora le sembianze di una giovane Start-up e raccoglie giovani menti da tutto il mondo.
Il sito web è http://app.nightswapping.com/it/ e per chiunque ci volesse contattare la mail del servizio clienti è la seguente: contact(at)nightswapping.com

L’equipe

L’equipe – Foto concessa da NightSwapping

Il servizio clienti è a disposizione degli utenti in qualsiasi momento e per il momento sono rappresentati l’italiano, il francese, l’inglese, lo spagnolo, il tedesco e il portoghese.

Nell’attesa di conoscere le prossime novità, non resta che provare questo nuovo modo di fare vacanza!

Articolo di
ValMa (Valeria Copperi)

Questi altri articoli possono interessarti?

Video-Tutorial sulla Prenotazione di Traghetti per la Grecia
Eccoci arrivati alla simulazione video di una prenotazione traghetti per la Grecia tramite il sito Filippis Tours, agenzia marittima che ti ho consigliato in questo articolo : => Traghet...
iNEWYORK: Italiani che diventano Newyorkers
Un'idea originale e interessante quella dei ragazzi di iNEWYORK… vivere la Grande Mela i maniera totalmente unica!
Vivere Londra in modo originale ed economico, cose da vedere e dove alloggiare
Una serie di idee "inconsuete" per scoprire una Londra diversa e fuori dai circuiti turistici.
Prenotazioni appartamenti con Only-Apartments: video tutorial su come utilizzare il sito
Ho deciso di registrare un video tutorial veloce veloce per farti vedere come si utilizza questo sito. È molto semplice e intuitivo, la grafica del sito è moderna e stile 2.0, tante immagini e un sito...