IN PRIMO PIANO

5 Città da visitare facili da raggiungere e che saranno una SORPRESA per te

Esistono luoghi meno “chiacchierati”, ma che si riveleranno una sorpresa per te, ed ecco perché oggi voglio consigliarti 5 città raggiungibili facilmente dall’Italia e che nella maggior parte dei casi saranno anche più economiche rispetto a quelle più famose.

, , , , ,
Uno degli skyline di Rotterdam con il Ponte di Erasmo

Uno degli skyline di Rotterdam con il Ponte di Erasmo – Foto libera da diritti

Quando iniziamo a pensare a un breve viaggio, anche soltanto un weekend lungo, spesso ci soffermiamo soltanto su una manciata di città conosciute e citate spesso, sul web e sui media tradizionali.

Invece esistono luoghi meno “chiacchierati”, ma che si riveleranno una sorpresa per te, ed ecco perché oggi voglio consigliarti 5 città raggiungibili facilmente dall’Italia e che nella maggior parte dei casi saranno anche più economiche rispetto a quelle più famose.

Prima di iniziare ti ricordo le 2 soluzioni che utilizzo quasi sempre per trovare hotel e/o appartamenti durante viaggi e weekend in città.

Il mitico Booking, con cui spulcio posizioni e recensioni prima di prenotare.

Oppure per gli appartamenti ti consiglio di provare Airbnb, e in questo caso riesco a darti anche un buono sconto da 30 euro per i tuoi viaggi.

Ma ora… 5 città che saranno un sorpresa:

Rotterdam

Volando su Amsterdam con un volo economico, troverai proprio sotto l’aeroporto la stazione dei treni, da cui partono corse molto frequenti per raggiungere Rotterdam in meno di 30 minuti. Sì, hai capito bene, poche decine di minuti.

Rotterdam è la città perfetta per gli amanti dell’arte contemporanea, è considerata la New York d’Europa, distrutta per intero durante la guerra e ricostruita con decine di grattacieli, ponti e viabilità futuristiche, quando la visiti ti sembrerà di essere nel futuro.

Ma Rotterdam mantiene la sue bellezza “olandese” con una fitta rete di canali e degli scorsi romantici. Inoltre la nightlife è considerata una delle più vive e belle d’Europa, considera che alcuni dei locali della città sono stati eletti per anni come migliori bar al mondo.

Tblisi

Tblisi, città tra oriente e occidente

Tblisi, città tra oriente e occidente – Foto libera da diritti

La capitale della Georgia, ti prego non fare come il 99% della popolazione italiana, non chiamarla Tiblisi, il nome è Tblisi, prima la “b”, poi la “i”!

A parte questo appunto linguistico, Tbilisi è una delle città in cui ho trovato più vero il discorso “porta tra oriente e occidente”. Qui convivono in modo incredibile tradizioni del mondo orientale e modernità occidentali.

Potrai passeggiare tra quartieri decadenti ma vivi, tra un hammam e un bar alla moda, uno scorcio sul lungo fiume, il Mtkvari (o Kura, nome turco) con i suoi ponti moderni e le sue chiese immense.

Arrivai in questa città durante la notte, e come sai è molto facile trovarsi un po’ a disagio nel buio e in una nuova città che non conosci… invece di Tbilisi mi innamorai al primo istante, in una notte di metà aprile.

La puoi raggiungere con voli low cost della Pegasus Airlines, oppure con Turkish Airlines per citare solo 2 compagnie aeree. In entrambi in casi farai scalo all’aeroporto di Istanbul per qualche ora.

Valencia

La città delle Arti e delle Scienze, opera di Santiago Calatrava

La città delle Arti e delle Scienze, opera di Santiago Calatrava – Foto libera da diritti

Meno di 2 ore di volo dall’Italia, Valencia è una di quelle città un po’ snobbate quando si parla di Spagna, e invece DEVE essere riscoperta.

Perché qui puoi mangiare l’unica e vera PAELLA, quello che mangi in altre parti della Spagna sono soltanto arroz (risi), anche se chiamati erroneamente paella.

Perché il centro storico di Valencia è un gioiello di stradine labirintiche e che riportano a un passato medievale di grande importanza nei commerci.

Perché la Malvarosa è considerata una delle spiagge cittadine più belle al mondo… e io sono d’accordo.

Perché la scena gastronomica della città da qualche anno sta vivendo un’esplosione di grandi chef e di creazioni, per cui il tuo palato ti ringrazierà.

Perché puoi entrare nel mondo di Santiago Calatrava, archistar mondiale nato qui e celebrato grazie all’imponente e unica Città delle Arti e delle Scienze.

Posso andare avanti ma credo di averti convinto…

Tel Aviv

Vista aerea di Tel Aviv e del suo lungomare

Vista aerea di Tel Aviv e del suo lungomare – Foto libera da diritti

Forse la sorpresa più grande degli ultimi anni di viaggi. Quasi nessuno si gode Tel Aviv quando sceglie un viaggio in Israele. Si arriva in volo all’aeroporto e si parte subito per un tour nei luoghi della fede e della storia.

Invece qualche giorno all’inizio o alla fine del tour in questa città straordinariamente moderna e viva io li consiglio al 100%.

Puoi considerarla una Miami, con lunghe spiagge cittadine e i tanti servizi gratuiti compresi lungo il mare (palestre, piste ciclabili, percorsi running), ma senza la spocchia di Miami.

In più nel centro storico trovi tanti localini in cui vengono improvvisati concerti e la scena musicale e artistica è di prim’ordine.

Senza dimenticare i mercati, con i loro profumi e colori mediorientali.

Ora è pure raggiungibile con le compagnie low cost Ryanair ed Easyjet.

Cluj-Napoca

La medievale Cluj-Napoca, capoluogo della Transilvania

La medievale Cluj-Napoca, capoluogo della Transilvania – Foto libera da diritti

Siamo al nord della Romania, ma Cluj-Napoca come dico sempre io l’ho trovata più città polacca o tedesca, sia come architettura che come abitanti.

Un centro storico ricco di localini, tanti giovani grazie alle università presenti, il capoluogo della Transilvania rimane per me la città perfetta per unire visite culturali a serate ricche di divertimenti a costi molto bassi.

In più è raggiungibile da diverse città italiane con Wizz Air, compagnia low cost che mi piace molto.

Fammi sapere se tu hai qualche città non troppo lontana dall’Italia e che si è rivelata una sorpresa quando l’hai visitata, mi piacerebbe allungare questa lista di città sorprese.

Un saluto,
Cristiano

Questi altri articoli possono interessarti?

Week end a Valencia, locali economici in cui mangiare e bere
Una serie di locali provati in cui mangiare tapas, paella e bere senza spendere tanto. E chiaramente scoprire la parte "local" di Valencia.
Stayokay, catena di ostelli olandesi tutta da scoprire
Originali ed economici, ecco una catena di ostelli da scoprire…
Valencia: arte, scienza e natura, i molti volti della città
Un fine settimana lungo sicuramente rende giustizia, anche se non appaga pienamente, alle sue maggiori bellezze e attrazioni. Il primo pensiero va alla Città delle Arti e delle Scienze. Ma Valencia è ...
#12hValencia: Itinerario tra modernismo e arte di quartiere
Queste tue 12 ore possono partire proprio dall’andare a cercare il modernismo nella città e soffermarti così sull’architettura in generale. Il modernismo è una forma di architettura che richiama quell...